Questa pagina ospita poesie dedicate al nostro vino scritte dal Poeta acrese Luigi Ginese. Chiunque vuole dedicarci una poesia ce la pu inviare tramite email.
 
In dialetto acrese Traduzione

Tanquilli pp chistu vinu chi viviti,
alla vita vostra duna 'na ricchizza,
vi rilassa, e si ringiovaniri voditi,
fidativi de du vinu e du "Sgarrizza":
allu sua sapuru ci trovati gustu,
all'erta manteni la vostra saduta,
perci un bi scordati, faciti priestu,
vi fari de ssu vinu, 'na vivuta.

Tranquillo per questo vino che bevete,
alla vostra vita dona ricchezza,
vi rilassa, e se ringiovanire volere,
fidatevi del vino e di "Sgarrizza":
al suo sapore ci trovate gusto,
all'erta mantieni la tua salute,
per questo non vi dimenticate, fate presto,
fatevi di questo vino una bevuta.
_________________________________________________________ _________________________________________________________

Sadicara si chiamata e residenza,
lu tua numu tantu importanti,
gradita de du tua vinu la prisenza,
quannu arriva supa a tavuda abbundanti,
si vivi alla dijuna e cc lu mangiari,
li sua gusti sunu sempi graditi,
si cci provati, potiti immaginari,
lu piaciru chi c', quannu ssu vinu viviti.

Sadicara sei chiamato, questa la tua terra,
il tuo nome tanto importante,
gradita del tuo vino la presenza,
quando arriva sulla tavola abbondante,
si beve a digiuno e col mangiare,
il suo gusto sempre gradito,
se lo provate, potete immaginare,
il piacere che c', quando questo vino vi bevete.